Aperitivo casalingo in zona gialla

Viaggiando di Gusto ha festeggiato il rientro in zona gialla, la rinascita della socialità, con un meteo non sempre favorevole, organizzando un aperitivo a casa… Pochi, ma buoni e rispettando le normative anti-Covid 19.

Il nostro aperitivo casalingo è stato un successo, pochi ingredienti di base ma versatili: stuzzichini veloci, golosi, sani e facili realizzati, che vi racconteremo attraverso la nostra recensione.

La gallery fotografica ve la proporremo più avanti.

La presenza della cara collega di redazione Monica Renna, in carne e ossa: impagabile!

Sfumati, in un pomeriggio, i confronti virtuali, quelli di sempre, fatti di lunghe chiamate, di messaggi, di tempo che corre e toglie, all’emozione di ritrovarsi realmente, unendo lavoro e piacere, consacrando ancora una volta una lunga e grande amicizia oltre che collaborazione professionale.

I protagonisti del nostro emozionante racconto: Le fette saporite e invitanti dello Speck Alto Adige IGP di Recla, il Salmone Fumara declinato in diverse accattivanti versioni di Foodlab, gli stuzzicanti Pistacchi di APG – American Pistachio Growners, la fruttata e dissetante Sangria di Patatas Nana in versione mini, e Pan Piuma, base perfetta, per la realizzazione di sfiziose tartine.

Lo Speck Alto Adige IGP di Recla, autentico e garantito dal marchio Indicazione di Origine Protetta, ci ha conquistate, per il gusto che soddisfa la voglia di salato, dolce, affumicato e speziato, e che non divide. Disponibile nella versione in fette, nella vaschetta da 90 gr. e in cubetti da 100 gr.


Speck Alto Adige IGP Recla

La scelta della carne per la realizzazione dello speck non è fatta a caso, i macellai di Recla scelgono con saggezza e cognizione di causa le migliori cosce di suino; la salatura viene fatta singolarmente. La ricetta della speziatura è top secret tramandata da ben tre generazioni.

Lo Speck Alto Adige IGP Recla è un affare di famiglia, una storia fatta di passione, la sublimazione delle nostre papille gustative è affar nostro, a voi il piacere di condividere la nostra esperienza di gusto, raccontando la vostra.

Dalla carne passiamo al pesce, tra quello più versatile nella preparazione di un aperitivo ricercato, c’è il salmone, il nostro, targato Fumara è sceso dalle fredde acque dei mari del Nord, per arrivare nella food valley parmense, e giungere sulle nostre tavole grazie all’azienda Foodlab.

Salmone Fumara Foodlab

Il salmone Fumara, si distingue dagli altri per il particolare processo di affumicatura, reso possibile grazie a un forno speciale, realizzato dallo chef Gianpaolo Ghilardotti : i fumi sprigionati, da una combustione senza fiamma viva regalano al salmone un aroma più delicato; togliendogli quella nota selvaggia, tipica della affumicatura effettuata nei Paesi del Nord.

Salmone Fumara Foodlab

Perchè Fumara? In dialetto parmigiano, significa nebbia, quella che avvolge i territori percorsi dal Po, caricati di fascino e mistero, facile associarla all’affumicatura che rende il salmone delizioso e incomparabile. Oltre ai salmoni, affumicati, al naturale o aromatizzati, non mancano i cotti al vapore. Il salmone Fumara si presta per accostamenti originali, freschi ed estivi, contiene vitamine B e D ed è ricco di grassi Omega-3.

Oltre a far bene al cuore nel vero senso della parola, il salmone Fumara è un alimento generoso, non solo per il sapore che ci ha letteralmente rapite: grazie alla sua vendita, l’azienda Foodlab ha potuto raccogliere oltre 20mila euro, già donati alla Fondazione Humanitas a favore della Ricerca.

Il pistacchio ha una lunga storia, le sue proprietà benefiche erano già note agli antichi, si va a ritroso in Turchia al 7.000 a.C., compiendo un gran salto temporale: Assiri, Persiani e Greci han saputo cogliere la meraviglia di questo frutto, sopratutto in campo medico.


American Pistachio Growners – APG

Il pistacchio Americano dei tempi più recenti che abbiamo assaggiato, arriva dall’American Pistachio Growners – APG -, con sede a Fresno, California, un’associazione no profit del settore agricolo che rappresenta i coltivatori di pistacchi; i loro lavoratori e i partner del settore della California, Arizona e New Mexico. Focus principale oltre la tutela dei suoi membri, l’impegno della ricerca nel campo della produzione, nello sviluppo di nuovi prodotti, nelle ricerche nutrizionali del pistacchio.

Il pistacchio Americano che abbiamo utilizzato per il nostro aperitivo, in granella, o lasciandolo custodito nel suo guscio, come una preziosa perla, solo per poco, finchè siamo riuscite a tenere a freno la gola, dà un apporto calorico di 160 kcal per 30 gr. di prodotto. Non facciamoci prendere dal panico, non evitiamolo al pensiero di metter su ciccia, d’altronde tutto serve basta sapersi controllare con le quantità, concedendosi ogni tanto, qualche peccato, e la possibilità di evadere da una tabella calorica che non deve diventare una prigionia mentale del piacere.


American Pistachio Growners – APG

Le calorie del pistacchio si accompagnano a una forte presenza di sostanze preziose per il nostro organismo : fibre, aminoacidi necessari per la crescita e il ricambio dei tessuti corporei, tra i quali l’arginina, un vasodilatatore naturale, che protegge dalle malattie cardiovascolari, i grassi sono quasi tutti buoni, tra gli acidi grassi polinsaturi, ricordiamo quelli ritenuti essenziali, acidi linoleico, linolenico e arachidonico, considerati vere e proprie vitamine. Mangiare con la consapevolezza di introdurre nutrienti utili per il nostro organismo è il top!

La Sangria Nana di Patatas Nana caliente, fruttata, pratica da consumare, che ci porta in Spagna: OLE’!

Sangria Nana, aggiorna il cocktail a base di vino più popolare al mondo : il rosso sublime “Di Gino” di Fattorie San Lorenzo, è stato impreziosito grazie alla maestria del bartender Oscar Quagliarini, da estratti naturali di cedro, pesca, arancia e vaniglia e dosato in simpatiche ed ecosostenibili lattine, Patatas Nana, mette la sua firma su questo gioiello, che rende la nostra conviviale tavola ancor più bella, con un fluido amabilissimo che accompagna allegre chiacchiere, e gustosi bocconi.


Sangria Nana di Patatas Nana

Patatas Nana raccoglie la sua esperienza nelle lavorazione delle patatine, coltivate e prodotte in Spagna, quelle che ci deliziano già all’apertura della busta e che guidano le nostre dita, fino all’ultima briciola, scovata nell’angolino più remoto del sacchetto, facendo ricorso a un procedimento artigianale che vede l’impiego di tre soli ingredienti.


Sangria Nana di Patatas Nana

Perchè non accompagnare la Regina degli snack al bere; con una bevanda tipica della terra baciata dal sole, vincente in partenza l’idea di Patatas Nana: Sangria Nana è pronta da gustare così com’è, o con l’aggiunta di frutta fresca.

Vassoi, basi, morbidi e avvolgenti, tutti da mangiare, sui quali adagiare gli ingredienti, stenderli, fare un tutt’uno, realizzando creazioni artistiche e prelibate per il nostro aperitivo in giallo : abbiamo dato vita alle nostre tartine grazie alle maxi fette senza crosta di Pan Piuma, in versione biologica.

Pochi e semplici gli ingredienti, certificati e facilmente identificabili sulle confezioni, senza zuccheri, coloranti, conservanti, additivi e lattosio, Pan Piuma ci vuole bene, e non può che rendere sano e genuino il nostro aperitivo, ma ugualmente appetitoso.

Pan Piuma

Pan Piuma, viene lavorato con amore, la lenta lievitazione gli dona una morbidezza senza pari, nella versione biologica troviamo quattro referenze : Grano tenero, Grano duro, Integrale con tutti i benefici delle fibre naturali e Fiocchi di cereali, con fiocchi di avena, farro, orzo, segale e semi di girasole. Sbizzarritevi, divertitevi nel realizzare tante ricette suggerite nel sito http://www.panpiuma.it

Pan Piuma

Viaggiando di Gusto vuol ripetere questa esperienza, non abbiamo idea di cosa arriverà sulle nostre tavole, deve giungere un’idea, un’ispirazione, un viaggio che parte dallo stomaco in questo caso, abbiamo già voglia di ridare spazio al cuore, a momenti spensierati e di quasi assoluta normalità, una parola che è diventata speciale, difficile da pronunciare, un tabù, il sogno di piccoli astronauti approdati da grandi sulla Luna.

Accontentiamoci delle piccole conquiste, di passare tempo insieme, arriveranno i momenti degli abbracci, dei baci, dei bicchieri scambiati, per sbaglio, distratti dall’atmosfera gioiosa e giocosa, cadranno i rigidi dettami del Covid, intanto viviamo nel rispetto di norme e regole, e degli altri, per uscire quanto prima, per un piccolo viaggio enogastronomico o un’impresa avventurosa…molto presto sarà possibile.

Viaggiando di Gusto vi lascia, il prossimo viaggio è vicino, alla prossima, cari compagni di viaggio.

Visits: 142

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *